6 novembre 2023 ore: 12:58
Giustizia

Violenza di genere, la Commissione pari opportunità delle Marche: "Basta silenzio, bisogna denunciare"

La presidente della Commissione regionale pari opportunità, Maria Lina Vitturini, interviene in occasione del mese di novembre dedicato al contrasto del fenomeno. Diverse le iniziative di sensibilizzazione in cantiere su tutto i territorio marchigiano
Violenza donne, aiuto, femminicidi, depressione, salute
ANCONA - "Dal vortice della violenza domestica si può uscire, ma bisogna parlare, chiedere aiuto, denunciare”. Così la Presidente della Commissione regionale Pari opportunità, Maria Lina Vitturini, in occasione del mese di novembre dedicato al contrasto del fenomeno della violenza di genere. “Anche di recente nelle Marche si sono verificati – evidenzia Vitturini - diversi casi di soprusi. Basta silenzio, facciamo sentire la nostra voce”.

Numerosi gli appuntamenti che la Cpo ha messo in cantiere nelle prossime settimane su tutto il territorio regionale dedicati al contrasto della violenza di genere. “Nell’attività della Commissione – spiega Vitturini - è da sempre prioritaria l’azione di sensibilizzazione. Attraverso le iniziative che ogni anno organizziamo e promuoviamo intendiamo far arrivare in maniera ancor più incisiva il nostro messaggio a tutte le donne che si nascondano senza avere coraggio di denunciare”.

Vitturini ricorda che tra gli strumenti a disposizione di chi subisce soprusi c’è il numero antiviolenza e stalking “1522” collegato alla rete dei Cav e alle strutture di contrasto alla violenza di genere. ”E’ attivo 24 ore su 24 e di recente – sottolinea - ha introdotto la possibilità di chattare con le operatrici”. E ancora: “In questi giorni nelle sale italiane è uscito il film Paola Cortellesi ‘C’è ancora domani’ che consiglio a tutti di andare a vedere. Vorrei invitare anche le scuole a farne uso. E’ un film che ben rappresenta la violenza fisica e psicologica di cui le donne erano e sono ancora vittime. Nello stesso tempo ha un importante finale di riscatto, che ci aiuta ancor meglio a riflettere”.
© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news