15 settembre 2016 ore: 10:34
Società

Web, garante privacy: non rassegnarsi a una Rete discarica di insulti

Soro, Garante per la Privacy: "La sfida vera e' non rassegnarsi a una Rete discarica di insulti e di istigazioni all'odio". Appello ai giovani: "Riflettete sui rischi, fatelo sempre, senza essere mai superficiali"
Domini internet, stringa con www...

Roma - "È un dovere capire le responsabilita'. Sollecitare immediate risposte delle autorita'. Chiedere ai gestori una collaborazione vera. Ma tutto questo non basta. La sfida vera e' non rassegnarsi a una Rete discarica di insulti, di istigazioni all'odio, di giudizi liquidatori, di piccole e grandi cattiverie". Antonello Soro, Garante per la Privacy, in un'intervista ad Avvenire, riflette sulla storia triste di Tiziana e sulla follia di Rimini. Poi arriva al punto: "Giusto e importante imporre la rimozione di contenuti, pretendere verita'... Ma cosi' arriviamo sempre tardi; cosi' possiamo limitare i danni, non evitare disastri. Puoi far rimuovere un filmato, puoi far cancellare una frase, ma magari un numero infinito di persone puo' gia' aver 'catturato' e rilanciato quel filmato. La repressione da sola non basta, ora serve investire sull'educazione in maniera decisa. Bisogna spiegare limiti e opportunita' della Rete, aprire una riflessione larga sul male e sul bene che prende forma dietro internet". Poi il Garante si appella direttamente ai giovani: "Riflettete sui rischi, fatelo sempre, senza essere mai superficiali. Il rispetto della dignita' della persona e' un bene prezioso. Per difenderlo serve intelligenza, non repressione". (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news