8 ottobre 2020 ore: 16:50
Non profit

“Segnali di futuro”: un bando dedicato alla sostenibilità

Elaborato dal Tavolo Economia e Sviluppo Sostenibile di “Padova capitale Europea del Volontariato 2020”, è rivolto ai giovani dai 18 ai 28 anni chiamati a realizzare dei video sulle buone prassi
segnali di futuro

Padova – “L’attenzione crescente al tema dei cambiamenti climatici in atto sta generando un importante dibattito pubblico sull’importanza di rivedere il nostro stile di vita e promuovere attività economiche che siano sostenibili anche sotto il profilo sociale ed ambientale. Solo così l’economia potrà rispondere ai bisogni delle persone, garantendo al tempo stesso condizioni di vita dignitose anche alle generazioni che verranno. L’insostenibilità dell’attuale modello deve far comprendere come non si possa più avanzare alcun ragionamento economico che sia disgiunto dalla vita delle persone, delle comunità e dalla tutela dell’ambiente”.

Nasce da questa consapevolezza il Bando “Segnali di futuro” elaborato dal Tavolo Economia e Sviluppo Sostenibile di “Padova capitale Europea del Volontariato 2020” che viene presentato in occasione del Festival dello sviluppo sostenibile, iniziativa italiana nata per sensibilizzare e mobilitare cittadini, imprese, associazioni e istituzioni sui temi della sostenibilità economica, sociale e ambientale, nonché per realizzare un cambiamento culturale e politico che consenta all’Italia di attuare l’Agenda 2030 dell'Onu e i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile.

Riservato ai/alle giovani dai 18 ai 28 anni, il bando chiede di raccontare le esperienze di quanti si impegnano per uno sviluppo socialmente, ecologicamente ed economicamente sostenibile attraverso video spot, vale a dire utilizzando strumenti e linguaggi che possano raggiungere il più ampio numero di persone.

Il bando è diviso in due fasi. Nella prima fase saranno selezionati dieci candidati che avranno inviato entro il 31 ottobre prossimo un “video spot” (max 120 secondi) sui temi dello sviluppo sostenibile. Nella seconda fase ai dieci selezionati sarà affidata la realizzazione di un video che dovrà presentare un’esperienza/buona pratica del territorio padovano in tema di sostenibilità economica, sociale ed ambientale. Ai selezionati verrà data la possibilità di partecipare, prima della produzione dei “video spot” finali, ad un corso di formazione della durata di 10 ore sui temi oggetto del bando e sulle tecniche di realizzazione. Al termine della formazione verranno attribuite in modo casuale le dieci buone prassi che dovranno essere raccontate nel video spot finale.

Sono previsti dei premi per i primi tre classificati: un fairphone (o prodotto tecnologico simile) e un buono acquisto libri e prodotti che rispondano ai criteri di sostenibilità sociale ed ambientale per ciascuno. La premiazione avverrà durante un incontro pubblico in cui verranno presentati tutti i lavori realizzati. Al tavolo economia e sviluppo sostenibile partecipano attivamente le seguenti realtà: Banca Etica; Comune di Padova settore Ambiente; Università degli Studi di Padova; EcorNaturasì SpA; Fairtrade; Acli Padova; Fondazione La Fenice; Economia Disarmata Focolari Ass. I ponti; Cgil Padova; Cisl Padova; Libera; Consulta  del Volontariato di Noventa Padovana; Cooperativa sociale Il Sestante; Associazione Veneto Responsabile; Scuola Primaria San Camillo; Club Lions Distretto 108; Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente; Unpli Padova. Unipli Nazionale, Ucid.

© Copyright Redattore Sociale