16 giugno 2016 ore: 09:45
Disabilità

Beni culturali accessibili ai sordi, gli esperti studiano nuove soluzioni

Se ne parla in un convegno il 17 giugno al Salone Spadolini presso il ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo. La fruizione dei tesori artistici e degli eventi culturali rimane ancora un traguardo lontano per le persone sorde, italiani e turisti
Lega del filo d'oro Sordociechi. Foto 1

Foto: Lega del filo d'oro

ROMA - Si terrà il 17 giugno il convegno “I beni culturali in tutti i sensi. Esperienze e proposte di accessibilità del patrimonio culturale per le persone sorde”, organizzato dall’Ente Nazionale Sordi, con un contributo della Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Il convegno sarà accessibile a tutti attraverso i servizi di interpretariato da/in Lingua dei Segni Italiana e di sottotitolazione in diretta. L’evento nasce da una lunga collaborazione tra Ens e Ministero, in particolare con la Direzione Generale Educazione e Ricerca, e ha l’obiettivo di analizzare, attraverso le testimonianze ed esperienze di alcuni tra i maggiori esperti del settore, nuovi approcci metodologici, buone prassi, esperienze ed innovazioni – nazionali ed europee – al fine di arrivare a formulare proposte condivise per una maggiore diffusione e standardizzazione dei servizi offerti su tutto il territorio nazionale.

La fruizione dei tesori artistici e degli eventi culturali rimane ancora un traguardo lontano per le persone sorde, italiani e turisti, che possono godere solo di una piccola percentuale di musei e luoghi d’arte con una qualche forma di accessibilità, che siano visite guidate in lingua dei segni, pannelli con testi fruibili e altre soluzioni.

L’evento, per cui si sono esauriti velocemente i posti in sala a dimostrazione del grande interesse che vi è sul tema, si svolgerà venerdì 17 giugno 2016 dalle 9 alle ore 13.30 presso il Salone Spadolini, ex Consiglio Nazionale, del Ministero dei beni e attività culturali e turismo in via del Collegio Romano, 27 a Roma. L'incontro sarà articolato in due sessioni e vedrà l’alternarsi di relatori sordi e udenti: una dedicata all'esame di modelli teorici e linee guida e l'altra strutturata come tavola rotonda per approfondire esperienze e testimonianze di realtà museali e beni culturali accessibili.

© Copyright Redattore Sociale