12 marzo 2018 ore: 11:38
Immigrazione

Firenze, Nardella: grazie ai senegalesi, la città non è razzista

Ai senegalesi "ho una sola parola da dire: grazie. Hanno dimostrato di essere una comunita' pacifica, che ama Firenze. Hanno saputo isolare i tentativi di strumentalizzazione che ci sono stati nei loro confronti. Hanno saputo distinguere del gesto...

FIRENZE - Ai senegalesi "ho una sola parola da dire: grazie. Hanno dimostrato di essere una comunita' pacifica, che ama Firenze. Hanno saputo isolare i tentativi di strumentalizzazione che ci sono stati nei loro confronti. Hanno saputo distinguere del gesto drammatico dell'uccisione cruenta di Idy dai valori di un'intera comunita'". Lo afferma il sindaco di Firenze, Dario Nardella, a Controradio rispondendo a una domanda circa quale messaggio vuole rivolgere dopo la manifestazione di sabato per ricordare Idy Diene.

"Non hanno ceduto all'insinuazione che Firenze fosse una citta' razzista- aggiunge-, ma al tempo stesso hanno posto al centro dei temi che esistono, come ad esempio la sicurezza. Abbiamo capito come la sicurezza non sia una bandiera della destra contro la sinistra, dei bianchi contro neri. È un diritto di tutti". Anzi, sottolinea, "come ho sempre detto, la sicurezza e la legalita' sono principi che tutelano anzitutto i piu' deboli, i piu' fragili le persone piu' emarginate della citta'". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale