25 marzo 2019 ore: 10:11
Ambiente

Palm, l’azienda che produce bancali eco sostenibili

I bancali, detti anche pallet, sono tra i prodotti più diffusi nell’economia globale. Milioni di recipienti in legno su cui viaggiano le merci. Fondamentale la loro sostenibilità ambientale. Un’impresa li produce con filiere di legno certificato e li ricicla per ecoarredi. L'azienda sarà ospite del festival dell'economia civile
Palm eco pallet

FIRENZE – Milioni e milioni di bancali trasportano altrettanti milioni di oggetti in tutto il mondo. Viaggiano sui camion, sui treni, sulle navi, sugli aerei. Sono tra i prodotti più diffusi nell’economia e nel commercio globali. Sono di legno e la loro forsennata produzione, se mal gestita, rischia di alimentare le deforestazioni, gli sprechi e l’inquinamento.Come funziona il mercato dei bancali oggi?Facciamo un esempio: pensiamo a un camion che parte da Torino, direzione Bari, carico di merce disposta su numerosi bancali. Una volta arrivato e scaricata la merce, il camionista si dirige dal successivo cliente per caricare le nuovi merci. Nella maggior parte dei casi, il nuovo committente paga il viaggio “a pieno carico”, il che significa che non è più possibile il trasporto dei pallet vuoti di ritorno. L’azione più scontata è quella di abbandonare i pallet, la conseguenza negativa è la creazione di un mercato illegale di “compro e vendo”.

Ma ci sono aziende produttrici di bancali che hanno l’obiettivo di salvaguardare l’utilizzo delle risorse di legno, in ogni fase del ciclo di vita del prodotto. In questo caso i pallet vengono realizzati esclusivamente da filiere di legno certificato e tracciato, seguendo i criteri della sostenibilità economica sociale ambientale e rispettando la circolarità a fine vita: questi infatti vengono indirizzati in “centri di recupero e riutilizzo del legno” per ridiventare nuovi blocchetti in legno agglomerato da reinserire in nuovi greenpallet, facilitando così una economia generativa e circolare.

Palm Spa è un di queste aziende. E’ un’impresa familiare impegnata nella lavorazione del legno, la prima azienda in Italia ad occuparsi di innovazione sociale e ambientale, in ogni fase del ciclo di vita dei suoi prodotti, alimentando una filiera trasparente e tracciata e coniugando l’ecoprogettazione al design personalizzato dei bancali. Palm sarà una delle aziende protagoniste del festival dell'economia civile, in programma a Firenze dal 29 al 31 marzo.

Un processo di innovazione, quello portato avanti da Palm, innescato dalla valorizzazione del legno di abete, di pino e di pioppo locale – proveniente da boschi e foreste gestite secondo i criteri eco-sostenibili, dall’adozione di severi criteri e da scelte di responsabilità sociale e ambientale d’impresa.L’azienda produce pallet eco, realizzati con l’obiettivo di salvaguardare l’utilizzo delle risorse di legno, in ogni fase del ciclo di vita del prodotto. Questi pallet vengono realizzati esclusivamente da filiere di legno certificato e tracciato, seguendo i criteri della sostenibilità economica sociale ambientale e rispettando la circolarità a fine vita: questi infatti vengono indirizzati in “centri di recupero e riutilizzo del legno” per ridiventare nuovi blocchetti in legno agglomerato da reinserire in nuovi greenpallet, facilitando così una economia generativa e circolare.

“Stiamo lavorando affinchè il 50 per cento del nostro legno provenga dalle foreste italiane - ha detto Primo Barzoni, presidente dell’azienda – Il nostro legno è costruito dalle filiere di pioppicultura, il pioppo è l’albero del ventunesimo secolo, ha una forte velocità di ricrescita e quindi è sostenibile, la sua lavorazione diventa bioeconomia”. Quando il trasporto è terminato, una parte dei bancali dell’azienda finisce all’interno del ciclo di raccolta nazionale, mentre un’altra parte viene utilizzato dalla cooperativa sociale Palmdesign che ne fa un riciclo creativo, producendo ecoarredi, allestimenti per fiere ed eventi. 

 

© Copyright Redattore Sociale