12 gennaio 2017 ore: 15:09
Immigrazione

Riapertura Cie, "quello di Modena fu un disastro"

Il pd modenese interviene sulla questione di riaprire un nuovo Cie in Emilia-Romagna. Baruffi (Pd): “Il Cie di Modena è stata un’esperienza fallimentare, non ha garantito la sicurezza dei cittadini né il rispetto dei diritti degli ospiti”. Oggi il sindaco Muzzarelli incontra il ministro Minniti
Immigrato dietro sbarre di un cie

MODENA - “Un Cie a Modena c’era e lo abbiamo chiuso: un’esperienza fallimentare che non ha garantito né sicurezza per i cittadini né rispetto dei diritti degli ospiti. In compenso costava un pozzo di soldi ed è stato gestito in modo pessimo”. In ogni caso, “aprire ora una discussione sul dove dovrà una essere collocata una struttura (Bologna, Modena o Sozzigalli) mi pare surreale. Prima del dove bisogna decidere (insieme) il se e il cosa. E poi il come”. Tra i parlamentari Pd è il modenese Davide Baruffi ad intervenire sulla questione del nuovo Cie in Emilia-Romagna, nell’ambito del piano a cura del ministro dell’Interno Marco Minniti. Se ieri, dopo essersi confrontato col ministro, il sindaco di Bologna Virginio Merola ha scacciato ancora l’idea di un nuovo centro nella sua città, dove al posto del vecchio Cie di via Mattei è stato istituito un hub per l’accoglienza, oggi pomeriggio dalle 17 toccherà al sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli dialogare con Minniti a Roma.

Muzzarelli resta ufficialmente freddo sul tema, sia per la fama del Cie modenese chiuso nel 2013 sia per il rischio che un nuovo centro tolga risorse alla sicurezza generale nella città della Ghirlandina, ma di certo non ha eretto le barricate di Merola. In attesa di capirne di più, Baruffi ricorda i propri atti ispettivi segnalati a suo tempo sul centro modenese ed entra nel merito dei nuovi Cie avanzati da Minniti: “Ora – scrive il deputato su Facebook – il ministro degli Interni Minniti avanza una proposta diversa, chiara nell’obiettivo ma che ancora non conosciamo nei contenuti; dice che sarà una proposta organica al Parlamento (bene) che sarà chiamato a decidere (bene); intanto convoca per la prossima settimana un primo incontro con le Regioni per confrontarsi con i territori (bene)”. Continua Baruffi: “Oggi il sindaco e presidente della provincia di Modena Muzzarelli incontrerà il ministro per discutere dei problemi del nostro territorio in materia di legalità e sicurezza e per rafforzare l’indispensabile collaborazione istituzionale e tra le Forze dell’ordine a tutela dei cittadini. Muzzarelli ascolterà anche gli intendimenti del Governo sul resto, naturalmente...”, chiosa il parlamentare. (Dire)

© Copyright Redattore Sociale