17 gennaio 2017 ore: 15:55
Immigrazione

Firenze, 100 rifugiati somali occupano uno stabile dei padri gesuiti

L’occupazione è avvenuta oggi all’ora di pranzo, con il coordinamento del Movimento di lotta per la casa. Le istituzioni avevano proposto loro accoglienze temporanee nelle strutture dell’emergenza freddo, ma quasi tutti avevano rifiutato
Foto somali - Firenze 1
I rifugiati somali che hanno occupato lo stabile dei gesuiti
Foto somali - Firenze 2

- FIRENZE – Un centinaio di rifugiati somali ha occupato uno stabile di proprietà dei padri gesuiti a Firenze. Si tratta di un edificio nella zona di Campo di Marte, al centro di una compravendita con l’Università cinese di Shanghay. Gli occupanti somali, coordinati dal Movimento di lotta per la casa, sono arrivati nel palazzo intorno all’ora di pranzo, provenienti dal palasport di Sesto Fiorentino, dove si trovavano temporaneamente ospitati nell’attesa di un’alternativa abitativa. Le istituzioni avevano proposto loro accoglienze temporanee nelle strutture dell’emergenza freddo, ma quasi tutti avevano rifiutato. E quest’oggi hanno scelto di occupare lo stabile dei gesuiti.

L’edificio si trova a pochi passi dalla fondazione culturale Stensen, sempre di proprietà dei padri gesuiti. Il direttore della struttura, padre Ennio Brovedani, ha incontrato i rifugiati somali mostrandosi perplesso per le loro difficoltà abitative ma allertando nello stesso tempo la polizia. All’interno della struttura, nella quale i somali sono ora riuniti in assemblea, ci sono affreschi e opere d’arte. (js)

© Copyright Redattore Sociale