19 agosto 2019 ore: 17:00
Società

Alternanza scuola-lavoro: la Toscana reintegra i fondi tagliati dallo Stato

Il fine della delibera, che prevede inizialmente un impegno economico complessivo di oltre 630 mila euro, a cui si aggiungeranno ulteriori due milioni "è supportare le relazioni tra il mondo della scuola e quello del lavoro" 

FIRENZE - "La regione Toscana continua ad investire nei percorsi di alternanza scuola lavoro. Purtroppo l'attuale governo ha sminuito l'alternanza, riducendo il monte ore minimo e i relativi finanziamenti alle scuole. Noi, in accordo con le parti sociali, crediamo invece che percorsi di qualità siano una grande opportunità per i nostri giovani, per favorirne l'accesso al mondo del lavoro". L'assessora a Lavoro, Formazione e Istruzione, Cristina Grieco, illustra così lo scopo dell'avviso sui percorsi per le competenze trasversali e l'orientamento (l'ex alternanza scuola lavoro), approvato dalla giunta regionale.

Con il nuovo avviso in particolare, spiega, "negli istituti tecnici e professionali che vorranno riportare a 400 le ore di alternanza, la regione provvederà a reintegrare i fondi che lo Stato ha tagliato". Il fine della delibera, che prevede inizialmente un impegno economico complessivo di oltre 630 mila euro, a cui si aggiungeranno ulteriori due milioni, "è supportare le relazioni tra il mondo della scuola e quello del lavoro per facilitare l'accesso a quest'ultimo innalzando le competenze digitali, nel quadro della cosiddetta quarta rivoluzione industriale", prosegue. I progetti, della durata massima di 12 mesi, saranno finanziabili fino ad massimo di 100 mila euro (minimo 80 mila). (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale