14 maggio 2021 ore: 13:20
Non profit

Aosta, 46 progetti sociali per “tornare alla normalità”

Più di 70 organizzazioni del territorio saranno impegnate fino al 2023 in diverse iniziative sul territorio finanziate con un bando da oltre 450mila euro promosso dal Csv regionale.Tra gli interventi anche attività di socializzazione per giovani provati dall’isolamento della pandemia
Presentazione progetti sociali csvAOSTA

Si occuperanno di interventi educativi nelle scuole, promozione della cultura, attività sociali per giovani e adolescenti provati dall’isolamento della pandemia.

Sono solo alcune delle attività previste dai 46 progetti sociali del bando promosso dal Csv della Valle d’Aosta e finanziato dal ministero del lavoro e delle politiche sociali con un fondo di oltre 450mila euro.

Un numero importante di iniziative, che verranno realizzate in rete da circa 70 organizzazioni locali impegnate sul campo fino a marzo 2023.

Gli interventi, presentati lo scorso 11 maggio e illustrati in un catalogo disponibile sul sito del Csv, sono strutturati in modo da produrre un forte impatto sul territorio e punteranno ad intercettare i bisogni emergenti, soprattutto delle fasce più deboli della popolazione. Gli ambiti ruotando intorno ad alcune parole chiave come la promozione dei diritti, l’ambiente, integrazione, prossimità, salute e donazione, soccorso e sicurezza.

“Ogni associazione ha agito in autonomia nell’individuazione dei bisogni sorti in questo momento per coinvolgere in pieno l’intera comunità valdostana – spiega Elda Tonso, coordinatrice del CSV. Il panorama delle attività è molto vasto sia per le tematiche affrontate che per il coinvolgimento territoriale”.

L’idea è di dare un segno per il ritorno alla normalità - sottolinea il presidente del Csv Claudio Latino “In una pandemia ognuno deve fare la sua parte: il mondo del volontariato vuole farlo da protagonista”.

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news