15 settembre 2017 ore: 11:26
Salute

Tumori, nel 2017 in Italia stimati 369 mila nuovi casi

Sono 369 mila i nuovi casi di tumore in Italia stimati nel 2017 (192.000 fra gli uomini e 177.000 fra le donne). Nel 2016 erano 365.800. È un vero e proprio boom di diagnosi di cancro del polmone fra le donne: 13.600 nel 2017 (+49% in 10 anni)...
Medico stringe mano paziente

ROMA - Sono 369 mila i nuovi casi di tumore in Italia stimati nel 2017 (192.000 fra gli uomini e 177.000 fra le donne). Nel 2016 erano 365.800. È un vero e proprio boom di diagnosi di cancro del polmone fra le donne: 13.600 nel 2017 (+49% in 10 anni), dovuto alla forte diffusione del fumo fra le italiane. Crescono in entrambi i sessi anche quelli del pancreas, della tiroide e il melanoma; in calo, invece, le neoplasie allo stomaco e al colon-retto, grazie anche alla maggiore estensione dei programmi di screening. E' quanto emerge dal censimento ufficiale, giunto alla settima edizione, raccolto nel volume 'I numeri del cancro in Italia 2017', frutto del lavoro dell'Associazione italiana oncologia medica e dell'Associazione italiana Registro Tumori , presentato oggi al ministero della Salute.

"L'incidenza e' in netto calo negli uomini (-1,8% per anno nel periodo 2003-2017), legata principalmente alla riduzione dei tumori del polmone e della prostata, ed e' stabile nelle donne, ma si deve fare di piu' per ridurre l'impatto di questa malattia, perche' oltre il 40% dei casi e' evitabile- ha detto Carmine Pinto, presidente nazionale dell'Aiom- Ormai e' scientificamente provato che il cancro e' la patologia cronica che risente piu' fortemente delle misure di prevenzione. Inoltre oggi abbiamo a disposizione armi efficaci per combatterlo, come l'immunoterapia e le terapie target che si aggiungono alla chemioterapia, chirurgia e radioterapia. Tutto questo, unito alle campagne di prevenzione promosse con forza anche da Aiom, si traduce nel costante incremento dei cittadini vivi dopo la diagnosi" (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale