15 maggio 2018 ore: 16:23
Famiglia

Famiglia, presentato un ddl per istituire l'autorità garante

Un disegno di legge per istituire un'Autorita' garante della famiglia. L'iniziativa, a prima firma dei senatori Antonio de Poli, Paola Binetti e Antonio Saccone, e' stata presentata oggi in occasione della conferenza stampa sulle 'Politiche...

ROMA - Un disegno di legge per istituire un'Autorita' garante della famiglia. L'iniziativa, a prima firma dei senatori Antonio de Poli, Paola Binetti e Antonio Saccone, e' stata presentata oggi in occasione della conferenza stampa sulle 'Politiche per la famiglia nel nuovo Governo', promossa dalla senatrice Udc in Senato per celebrare la giornata internazionale della famiglia.

"Abbiamo avuto tante formule in queste ultime legislature- spiega Binetti- dal ministero della Famiglia, presieduto dall'onorevole Bindi, al ministero della Famiglia insieme alla Cooperazione sociale con Andrea Riccardi, oppure recentemente il ministero degli Affari regionali con la delega sulla famiglia del ministro Costa. Stiamo proponendo un'Autorita' garante della famiglia che abbia il ruolo importante di una mediazione forte sull'impatto familiare di tutti i disegni di legge che maturano nei contesti diversi. Si parla di ministero della Salute e Livelli essenziali di assistenza, della necessita' di assumere misure che tocchino le politiche sociali- prosegue la senatrice- e allora bisogna chiedersi qual e' il loro impatto sulla famiglia. Si parla di costruzione e agevolazione della prima casa, ma dove la costruiamo questa casa? Quanta distanza dal luogo di lavoro e con quale complessita' aggiunta la famiglia?O ancora, si parla di ministero dell'Economia e delle Finanze, e anche li' bisogna chiedersi cosa vuol dire non solo in termini di ipotetico bonus bebe', ma cosa significa il grande tema degli assegni familiari riconosciuti alle famiglie. Ci vuole un punto che ripensi ognuna delle leggi nell'impatto che ha sulle famiglie per proporre i giusti fattori di aggiustamento e garantire alla famiglia la coesione dei legami e la stabilita' negli affetti".

In questo contesto familiare un po' sfibrato anche le relazioni con i nonni "non sono cosi' solide e sicure come avremmo voluto", racconta alla Dire la senatrice Paola Binetti.

"Nella legislatura precedente abbiamo firmato un Ddl sul diritto dei bambini a fare visita ai nonni. Sappiamo come in molte famiglie separate la dialettica di ostilita' e crudelta' tra i coniugi penalizza il diritto dei nipotini a vedere i propri nonni. Non si puo' prescindere dalla valutazione di una legge che risponda a questa domanda: rafforza i legami familiari? Va nella direzione di facilitare la coesione? Permette a questo matrimonio di durare maggiormente nel tempo o ne accelera drammaticamente la conclusione? Credo che il nostro Ddl vuole essere un aiuto alla coesione familiare".

Il testo presentato oggi prevede che il Parlamento elegga 5 membri che andranno a comporre questo importante ufficio. "Dovranno essere persone con profili di competenza alta- aggiunge Binetti- a livello giuridico, psicologico, politico e valoriale. Dovranno essere capaci di puntare maggiore l'attenzione su tutte le problematiche della famiglia, dalla disabilita' alla poverta' e agli aspetti normativi. Ci piacerebbe poter discutere il nostro Ddl anche in commissione, ma oggi il governo non c'e' e le commissioni parlamentari non hanno cominciato a lavorare. Non sappiamo che orientamento potrebbe avere il governo che verra' anche su un tema cruciale come la famiglia".

Binetti conclude: "La vita comincia indissolubilmente legata alla famiglia. Non c'e' vita senza famiglia e non c'e' vita senza relazione di cura. Famiglia ed educazione saranno, infatti, le due parole che apriranno l'IX Incontro Mondiale delle famiglie a giugno a Dublino, e il ponte tra le due parole e' la gioia. Nessuno si permetta di considerare irrilevante la famiglia in quanto e' un istituto che ha una ricaduta fondamentale nel sistema sociale". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale