18 maggio 2019 ore: 17:56
Non profit

David Solazzo, 300 persone al funerale del cooperante fiorentino

Oltre trecento persone hanno partecipato ai funerali di David Solazzo, il giovane cooperante fiorentino del Cospe morto in circostanze tutt’ora misteriose a Capo Verde. Le parole del padre e degli amici
www.cospe.org David Solazzo

Foto: www.cospe.org

FIRENZE - Oltre trecento persone, ieri pomeriggio, hanno partecipato ai funerali di David Solazzo, il giovane cooperante fiorentino del Cospe morto in circostanze tutt’ora misteriose a capo Verde. Al rito civile sono arrivate persone da tutto il mondo, dall’Angola come da Capo Verde, da quei luoghi dove David era andato per aiutare le popolazioni più deboli. 

Particolarmente toccanti le parole del padre Vincenzo, che ha ricordata le ultime parole nell’ultima telefonata avuta col figlio: “Ci ha chiamato da Capo Verde, sarebbe rientrato in Italia dopo una settimana e noi lo stavamo aspettando. Abbiamo parlato della comunione di una bambina che abita vicino a noi. Gli ho detto che mi sarei messo la cravatta e lui si è messo a ridere, dicendo che non si addice a un cinghiale come me. E’ stato un momento indimenticabile e affettuoso, non lo scorderò mai”. 

Al funerale era presente anche l’ambasciatore capoverdiano in Italia. “Il presidente del Paese mi ha chiesto di essere qui, David ha insegnato molto ai capoverdiani ed era amato in tutta l’isola di Fogo, dove viveva”. Presente anche la vicesindaca Cristina Giachi e tantissimi cooperanti del Cospe, che hanno raccolto in un piccolo libro i ricordi degli amici e lo hanno consegnato ai familiari.



© Copyright Redattore Sociale

in calendario