6 maggio 2019 ore: 11:59
Non profit

"Vogliamo sapere come è morto David": appello per il cooperante fiorentino

La fidanzata Marja Tosic non crede all'ipotesi dell'incidente domestico e fa appello al governo: "Ci aspettiamo vicinanza e sostegno da parte delle istituzioni italiane". Nel frattempo la sorella di David sta arrivando sull'isola per seguire le operazioni relative al rimpatrio della salma. La famiglia ha chiesto una nuova autopsia
David Solazzo

- “Vogliamo sapere come è morto David. Non crediamo all’ipotesi dell’incidente domestico e vogliamo chiarezza e serietà nelle indagini da parte delle autorità di Capoverde”. Sono le parole di Marija Tosic, fidanzata del cooperante fiorentino deceduto nell’isola di Fogo dell’arcipelago di Capoverde in circostanze misteriose, dove lavorava per la ong Cospe. La fidanzata ha fatto appello al Governo: “Ci aspettiamo vicinanza e sostegno da parte delle istituzioni italiane, speriamo che ci possa essere la loro presenza a Capoverde”. Nel frattempo, proprio in queste ore, la sorella di David, Alessandra, sta arrivando a Capoverde per seguire le operazioni relative al rimpatrio della salma, che è stata liberata dalle autorità e può rientrare in Italia, dove la famiglia ha chiesto una nuova autopsia.

© Copyright Redattore Sociale