6 febbraio 2018 ore: 12:41
Non profit

"Eroi civili", Mattarella consegna le onorificenze

Si è svolta ieri al Quirinale la cerimonia di consegna delle onorificenze dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, conferite "motu proprio" dal Presidente della Repubblica il 18 novembre scorso a trenta cittadine e cittadini che “si sono distinti per atti di eroismo, per l'impegno nella solidarietà, e per l'inclusione sociale"
Mattarella consegna il premio a Gaetano Fuso

ROMA - Si è svolta ieri al Quirinale la cerimonia di consegna delle onorificenze dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, conferite "motu proprio" dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il 18 novembre scorso  a trenta cittadine e cittadini che “si sono distinti per atti di eroismo, per l'impegno nella solidarietà, nel soccorso, per l'attività in favore dell'inclusione sociale, nella promozione della cultura, della legalità e per il contrasto alla violenza”. Il Presidente Mattarella – come ricorda una nota del Quirinale – “ha individuato, tra i tanti esempi presenti nella società civile e nelle istituzioni, alcuni casi significativi di impegno civile, di dedizione al bene comune e di testimonianza dei valori repubblicani”.

Nel suo discorso il Presidente ha ricordato come sia “il terzo anno che si conferiscono queste onorificenze particolari per chi le ha meritate sul versante sociale con atti di eroismo, di coraggio, con iniziative e comportamenti di solidarietà. Ogni volta è motivo di grande soddisfazione perché siete tre decine qui presenti, ma vi sono tante altre persone tra cui bisogna poi scegliere, e questo è confortante perché tanti altri nel nostro Paese, senza avere mai cercato né luce dei riflettori, né riconoscimenti, fanno quel che avete fatto voi: gesti di coraggio e iniziative per il prossimo, cioè la ricerca di conseguire il bene comune”. “Avete dimostrato – ha poi sottolineato Mattarella - che il nostro Paese esprime, nella gran parte del suo tessuto sociale, un senso di comunità che è prezioso”.

“Non mi stanco mai di sottolineare – ha concluso il Capo dello Stato - come l'Italia abbia bisogno di sentirsi una comunità di vita in cui tutti siamo legati da sorte comune, in cui si vive insieme agli altri, non con diffidenza, ma vivendo insieme. E questo senso di comunità, questo senso dell'importanza degli altri è il contrario dell'egoismo, quell'egoismo che poi porta inevitabilmente alla diffidenza, all'ostilità, all'intolleranza e qualche volta alla violenza”.

Mattarella consegna il premio a Gaetano Fuso

Tra i trenta neo Cavalieri dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana anche Gaetano Fuso, “per la determinazione e la forza d’animo con cui ha portato a compimento il progetto ‘La Terrazza – Tutti al mare!’ per i malati di SLA e di altre patologie neurodegenerative”, si legge nelle motivazione del premio ricevuto insieme alla moglie Giorgia Rollo, presidente dell’associazione 2HE - Center for Human Health And Environment.

Da cinque anni ha la sclerosi laterale amiotrofica, nell’estate 2015 ha realizzato a San Foca (Comune di Melendugno, Lecce), il progetto di una spiaggia completamente accessibile alle persone con disabilità, anche gravi, grazie al sostegno della famiglia e degli amici più cari, che con lui hanno fondato l’associazione 2HE, e grazie al gruppo “Pazzi per Gaetano”, che ha sposato la causa organizzando iniziative e campagne di crowdfunding.

“Ringrazio il Presidente della Repubblica per questa importante onorificenza – ha dichiarato Fuso, che prima di ammalarsi militava nella Polizia di Stato -. Appena l'ho saputo, mi sono chiesto quale fosse il mio ‘merito’. Semplicemente, ho continuato a ragionare da poliziotto anche quando la SLA mi ha reso immobile, perché il motto ‘tra la gente, per la gente’ continua ad ispirarmi in quello che faccio”. La terrazza “Tutti al mare” è ancora oggi in Italia l'unico accesso gratuito al mare completamente attrezzato per persone affette da Sla e da altre disabilità, che offre anche la possibilità di un’assistenza di OSS ed infermieri a disposizione degli ospiti e con gli ausili dedicati alla balneazione in una spiaggia “bandiera blu”. (FSp)

© Copyright Redattore Sociale