17 gennaio 2019 ore: 12:08
Disabilità

Firenze, aperitivi inclusivi per conoscere la disabilità

Associazione Dynamo Camp Onlus, con il sostegno della Fondazione Il Cuore si scioglie e con la collaborazione di Unicoop Firenze, dà avvio a un ciclo di aperitivi e incontri al Dynamo Cafè di Novoli, a Firenze, sul tema dell’inclusività
Aperitivo disabili - pezzo storni

FIRENZE – Associazione Dynamo Camp Onlus, con il sostegno della Fondazione Il Cuore si scioglie e con la collaborazione di Unicoop Firenze, dà avvio a un ciclo di aperitivi e incontri al Dynamo Cafè di Novoli, a Firenze, sul tema dell’inclusività. Primo appuntamento domani, venerdì 18 gennaio dalle 19:00, per un aperitivo in LIS (lingua italiana dei segni), organizzato con Associazione Comunico, che privilegerà il silenzio e la lingua dei segni rispetto alla parola, con l’obiettivo di promuovere l’inclusività e di sperimentare il linguaggio dei gesti.

Venerdì 25 gennaio, sempre dalle 19:00, aperitivo con i ragazzi dell’unità spinale di Firenze in collaborazione con l’unità spinale e il GS unità spinale. Al centro dell’aperitivo, che sarà organizzato e servito dall’associazione Trisomia 21, le tematiche dell’inclusività di tutte le disabilità. Venerdì primo febbraio dalle 19:00 seguirà con cacciuccoso e vino con i ragazzi del parco del mulino Livorno, un aperitivo con le realtà di inclusione dei gruppi sportivi dei bambini e ragazzi con difficoltà evolutive, in collaborazione con UPD Isolotto, Un calcio per tutti onlus, URME e Gambassi Rugby. Nel piatto il famoso panino con il cacciucco. Seguirà, in data da definire, una cena al buio per assaporare il cibo senza contare sul senso della vista, ma affidandosi e amplificando le sensazioni che passano per il gusto, il tatto, l’olfatto, l’udito, organizzata in collaborazione con UICI (Unione Italiana Ciechi Ipovedenti).

“Sulla base dell’esperienza di Terapia Ricreativa Dynamo, abbiamo voluto ideare un ciclo di serate che con leggerezza e all’insegna dello stare bene insieme trattino trattino la diversità come un’opportunità di relazione e non un impedimento per essa” afferma Vito Nigro, Direttore dei Programmi di Dynamo Camp.

Tra gli obiettivi: abbattere lo stigma sociale che circonda le persone con deprivazione sensoriale e disabilità motoria, coinvolgere le associazioni di riferimento delle persone con deprivazione sensoriale e motoria del territorio fiorentino, offrire alle comunità di persone con deprivazione sensoriale e motoria occasioni di incontro. Il ricavato dalle serate, andrà a sostegno della terapia ricreativa che Dynamo Camp offre gratuitamente a bambini con patologie gravi e croniche.

 

© Copyright Redattore Sociale