26 giugno 2015 ore: 14:47
Immigrazione

Immigrati, Saccardi (Toscana): grande successo di Renzi in Ue

L''assessore regionale al Welfare: "Ritengo un grande successo del Governo Renzi e del premier aver ottenuto il coinvolgimento dell'Europa su un tema che fino ad oggi e' stato lasciato nella responsabilità del nostro Paese"
Immigrati in attesa di accoglienza dopo sbarco

Firenze - "Ritengo un grande successo del Governo Renzi e del premier aver ottenuto il coinvolgimento dell'Europa su un tema che fino ad oggi e' stato lasciato nella responsabilita' del nostro Paese. Il nostro presidente del Consiglio e' riuscito a far capire che l'idea di Europa passa attraverso l'accoglienza, la capacita' di dare anche risposta a chi scappa dalla fame, dalla paura e dalla guerra. Ha richiamato tutti con grande forza al senso di responsabilita' e ad un concetto di un'Europa basato sulla solidarieta' e non sull'innalzamento di muri e di barriere". Lo ha dichiarato l'assessore regionale al Welfare della Toscana, Stefania Saccardi rispondendo ai giornalisti che le chiedevano un commento circa il compromesso trovato, in nottata, in sede comunitaria sulla distribuzione di 40 mila profughi fra gli Stati membri dell'Unione Europea.

"Devo dire- ha sottolineato- che il presidente del Consiglio e' stato molto duro e molto deciso e ha raggiunto risultati che da anni il nostro Paese su questo tema non riusciva ad ottenere. C'e' da lavorare ancora sul piano Juncker, che e' un piano che contiene, oltre alle quote fra le nazioni, elementi sui quali possiamo ulteriormente" impegnarci. Il riferimento, in particolar modo e' alla "possibilita' di avere dei punti di riferimento nei luoghi e nei Paesi di partenza per valutare all'origine chi abbia la qualita' di rifugiato e di richiedente asilo, in modo da fare un filtro a monte e di consentire a chi deve arrivare, di arrivare in sicurezza e di non rischiare la vita nelle acque del Mediterraneo".

Il coinvolgimento di Bruxelles riguarda anche il dibattuto trattato di Dublino, "che non e' stato voluto da questo governo e nemmeno dai governi di sinistra, bensi' da chi oggi si inalbera contro le politiche di Renzi e che deve essere sicuramente rivisto in alcune sue parti".

(DIRE)

© Copyright Redattore Sociale