12 agosto 2018 ore: 10:35
Economia

L'emporio solidale trova casa, "soluzione per dare risposta alle famiglie"

Acer Bologna ha messo a disposizione dell'associazione che gestisce il market solidale un immobile di proprietà sfitto a Casalecchio di Reno con un contratto di locazione di 6 anni prorogabile di altri 6
Empori solidali - uomo con carrello, povertà, consumi

CASALECCHIO DI RENO (Bologna) – L'emporio solidale dell'Unione Reno Lavino Samoggia trova casa. Grazie ad Acer che ha messo a disposizione dell'associazione che gestisce l'emporio, un immobile di proprietà ma attualmente sfitto in via Modigliani a Casalecchio di Reno. Formata da 17 realtà del territorio dell'Unione dei comuni Valli del Reno Lavino Samoggia (che comprende Casalecchio, Monte San Pietro, Sasso Marconi, Valsamoggia e Zola Predosa), l'associazione era alla ricerca, infatti, di un locale idoneo da trasformare in emporio di generi di prima necessità per le persone in stato di vulnerabilità economica e sociale sul territorio.

“In seguito all'interessamento del Comune di Casalecchio – ha detto Marco Bertuzzi, vice presidente Acer in occasione della firma del contratto di locazione – abbiamo messo a disposizione un nostro locale sfitto che necessita di lavori di manutenzione. Sarà predisposta una perizia iniziale, l'associazione eseguirà i lavori e Acer andrà a scomputare dal canone di locazione (di 6 anni prorogabile di altri 6) i costi sostenuti dall'associazione”.

Soddisfazione da parte dell'assessore Massimo Masetti del Comune di Casalecchio: “Ottima soluzione per soddisfare tramite l'impegno dell'associazionismo i bisogni delle famiglie in difficoltà. Con Acer Bologna abbiamo in cantiere altre iniziative per migliorare la qualità dell'abitare negli immobili di edilizia pubblica anche con interventi di mediazione sociale e accompagnamento”.  

© Copyright Redattore Sociale