9 gennaio 2017 ore: 14:14
Immigrazione

Migranti, Gelmini: "Ok ai Cie, ma seguiti dalle espulsioni"

Cie ok, ma non solo. Forza Italia vuole che le procedure di identificazione siano seguite da una procedura di espulsione: "L'identificazione celere e' un primo passo ma non basta, occorre poi uscire dall'ipocrisia delle porte aperte per tutti e appl...

Cie ok, ma non solo. Forza Italia vuole che le procedure di identificazione siano seguite da una procedura di espulsione: "L'identificazione celere e' un primo passo ma non basta, occorre poi uscire dall'ipocrisia delle porte aperte per tutti e applicare politiche di espulsione a chi non ha il diritto di restare in questo paese", scandisce la coordinatrice regionale forzista Maria Stella Gelmini, a margine di un incontro organizzato a Palazzo Marino per discutere di lavoro e reddito. "Oggi- spiega- abbiamo affrontato in questo incontro anche il problema delle nuove poverta' che riguardano giovani e cinquantenni senza lavoro, dunque siccome le risorse sono limitate si pone un problema di ristribuzione di risorse tra italiano e immigrato". Ecco perche' a detta di Gelmini "l'Italia e' un paese solidale e accogliente, ma lo puo' essere solo nei confronti di chi ha un diritto".

L'ex ministro dell'Istruzione del governo Berlusconi definisce le prime mosse del titolare degli Interni Marco Minniti come "improntate alla serieta' e alla concretezza". E ribadisce la linea azzurra: "Vogliamo che le persone siano identificate, ed e' chiaro che il passaggio nei Cie ha senso nella misura in cui poi si pratichino serie misure di espulsione nei confronti di chi e' migrante economico e non ha diritto di rimanere in Italia". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale