28 ottobre 2015 ore: 16:11
Non profit

Riforma del terzo settore, a Rovigo i rappresentanti nazionali si confrontano

I Centri di servizio per il volontariato di Veneto e Trentino, insieme ai Co.ge, promuovono il convegno che vedrà la partecipazione di Stefano Tabò, Pietro Barbieri, Emma Cavallaro e Carlo Vimercati
Riforma terzo settore, freccia

Il volontariato… verso la riforma del Terzo Settore” è il titolo del convegno che si svolgerà sabato 31 ottobre, alle ore 10.00, presso Palazzo Roncale a Rovigo. L'evento,  promosso dai Centri di servizio per il volontariato ed i comitati di gestione (Co.ge) del Veneto e di Trento, si colloca nell’ambito della Riforma del terzo settore tuttora in discussione al Senato e da mesi al centro di un vivace dibattito in tutto il Paese.
In questo contesto, secondo gli organizzatori “il volontariato può e deve essere protagonista affinché la riforma rappresenti la ricchezza di valori, le pratiche e le potenzialità di cui è portatore”. Il convegno di Rovigo sarà “un’occasione per mettere a confronto le voci dei protagonisti ed esperienze territoriali diverse, accumunate dalla passione per la solidarietà e l’impegno per gli altri e per le comunità”.

Al dibattito parteciperanno i massimi rappresentanti del volontariato e del terzo settore italiani: Stefano Tabò, presidente di CSVnet, il Coordinamento nazionale dei Centri di servizio per il volontariato; Emma Cavallaro, presidente della ConVol, la Conferenza permanente del volontariato; Pietro Barbieri, portavoce del Forum nazionale del terzo settore, e Carlo Vimercati, presidente della Consulta nazionale dei Comitati di gestione (Co.ge) dei fondi straordinari per il volontariato.
Sono previsti i saluti istituzionali del sindaco di Rovigo, Massimo Bergamin; di Manuela Lanzarin, assessore regionale alle Politiche Sociali; Luisa Masera, presidente del Co.ge di Trento, e Silvana Bortolami, presidente del Co.ge Veneto. Interverranno inoltre il presidente del Csv di Rovigo, Lamberto Cavallari; Giorgio Casagranda, presidente del Csv di Trento, e Chiara Tommasini, portavoce del Coordinamento dei Csv del Veneto.

Durante l’incontro, sarà dato spazio al confronto e al dibattito con le associazioni, che sono invitate a portare i propri contributi, istanze e problemi.
Per maggiori informazioni visita il sito del Csv di Rovigo

© Copyright Redattore Sociale