23 luglio 2021 ore: 14:19
Welfare

Toscana, Legacoop pianta un albero in memoria di Lorenzo Orsetti

All’assemblea generale dei delegati, l’iniziativa per ricordare il combattente fiorentino ucciso in Siria. Il presidente Negrini: “Il virus ha contagiato un sistema già malato”
Albero di ulivo in memoria di Lorenzo Orsetti

FIRENZE - Un’occasione per avviare un dibattito su quale dovrà essere il nuovo modello di sviluppo della regione, anche alla luce della stagione che sta per aprirsi per gli investimenti, con il PNRR e la nuova programmazione europea, ma anche per riflettere sul ruolo del movimento cooperativo. Alla Cava di Roselle (GR) si è svolta ieri (giovedì 22 luglio) l’Assemblea generale dei delegati Legacoop Toscana, realtà che rappresenta circa 700 cooperative, 1.750.000 soci, 40mila dipendenti e un valore della produzione pari a circa 8 miliardi di euro. Un’assemblea di metà mandato, a poco più di due anni di distanza dall’ultima assemblea congressuale di Legacoop Toscana che aveva visto la conferma di Roberto Negrini alla presidenza. Presenti circa 200 persone tra delegati e invitati.

“Il virus ha contagiato un sistema già malato, e alcune patologie si stanno aggravando: la disuguaglianza è aumentata, con la pandemia che ha colpito soprattutto alcune categorie, tra cui le donne, mentre la questione ambientale è rimasta intatta - ha detto il presidente di Legacoop Toscana Roberto Negrini -. Vorremmo che si aprisse un nuovo dibattito per una riflessione sul nostro modello di sviluppo, che non sia solo investimenti stranieri e rendita. Comunità locali, sostenibilità, economica, sociale e ambientale, sviluppo equilibrato con riduzione delle disuguaglianze”. 

                                                                

A conclusione dell’assemblea è stato piantato alla Cava di Roselle un albero di ulivo in memoria di Lorenzo Orsetti, il giovane fiorentino morto due anni fa in Siria, dov’era andato per combattere l’Isis a fianco del popolo curdo. Legacoop Toscana ha deciso di sostenere l’Associazione Lorenzo Orsetti Orso Tekoser a partire dallo scorso dicembre acquistando 100 copie del cd HER DEM AMADE ME e ha poi acquistato 1000 copie del libro “ORSO, Scritti dalla Siria del Nord Est”, curato dal padre di Lorenzo, Alessandro Orsetti, che da ottobre saranno donati alle scuole superiori della Toscana che lo vorranno ricevere. I proventi della vendita del cd e del libro saranno devoluti alla realizzazione di un ambulatorio pediatrico a Kobane, che verrà intitolato a Lorenzo Orsetti. “Ringraziamo Legacoop Toscana per questo ulteriore gesto che aiuta a mantenere vivo il ricordo di Lorenzo - afferma Alessandro Orsetti - Che il primo albero per nostro figlio Lorenzo e per la lotta del popolo Kurdo sia posto in questo luogo ci emoziona. Siamo orgogliosi che il libro che raccoglie gli scritti di Lorenzo venga donato da Legacoop Toscana alle scuole della Toscana, per far conoscere anche ai più giovani la sua storia. Pensiamo che questo possa stimolare la riscoperta di quei valori come la libertà, la democrazia reale, la solidarietà, l'uguaglianza, valori che sono il fondamento del nostro vivere insieme e che possa sostenere il popolo curdo in questa lotta così difficile”.

 

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news

in calendario