Non profit

Firenze, cittadina anonima dona 5 ventilatori polmonari

Un gesto di solidarietà gratuito: “Ho sentito di voler guadagnare subito l’oggi rendendomi utile prima possibile, siamo in emergenza ed io non ho voluto aspettare”

FIRENZE - Ha sentito di voler fare una donazione che fosse da subito concreta, come se l’urgenza del fare e del rendersi immediatamente utile le imponesse di non aspettare. Così una cittadina residente a Scandicci è riuscita in poco tempo ad organizzarsi facendo tutti i passaggi necessari ed ha donato al reparto di terapia intensiva del San Giovanni di Dio 5 ventilatori polmonari carrellati, 50 circuiti pazienti e 50 maschere che saranno utilizzati nelle attività di contrasto al Covid-19.

 

“Ho sentito di voler guadagnare subito l’oggi rendendomi utile prima possibile – ha detto la donatrice – Siamo in emergenza ed io non ho voluto aspettare. Mi sono messa in contatto con l’Azienda sanitaria comunicando che a una donazione in soldi preferivo donare apparecchiature come i ventilatori che sono fondamentali in questo momento. Mi hanno detto come fare e l’ho fatto. Solo così ce la faremo, uniti facendo ciascuno la sua parte come e per quello che ognuno può. L’individualità non conta, oggi contiamo solo insieme”.

 

Dall’ospedale San Giovanni di Dio il ringraziamento per la donazione. “Siamo profondamente riconoscenti alla signora per questa generosa donazione – dice Simone Naldini, direttore del presidio ospedaliero - In questo momento di emergenza l’arrivo di queste apparecchiature darà un contributo di grande importanza al nostro reparto di terapia intensiva, dove ogni giorno medici e infermieri sono impegnati a fornire assistenza sanitaria e cure di emergenza”.

 

Per contribuire attivamente al contrasto dell’emergenza sanitaria Covid-19, per l’ospedale San Giovanni di Dio sono attive anche le raccolte fondi “Io dono, tu doni, noi vinciamo”, promossa dal Comune di Scandicci, dalle associazioni del Social Party cittadino ed attuata attraverso l’associazione La Melagrana. Tutti possono donare tramite bonifico all’Iban IT17Z0867338080023000234372, intestato a La Melagrana Associazione di promozione sociale Aps, causale “Emergenza Covid-19”.

 

Altra raccolta fondi per il San Giovanni di Dio quella promossa dal Comune di Lastra a Signa in collaborazione all’associazionismo locale per aiutare medici e infermieri di Torregalli, ospedale di riferimento per il territorio di Lastra a Signa (Iban IT18P0832537922000000061152 intestato a Fondazione Misericordia di Lastra a Signa causale “emergenza Covid-19”).

 

 

© Copyright Redattore Sociale