Non profit

Officina giovani, in Toscana un corso per il protagonismo giovanile nel Terzo settore

Coinvolgere e accogliere i giovani negli enti del terzo settore significa attivare processi di responsabilità, di civismo e di collaborazione. Al via il corso Cesvot per 24 persone

FIRENZE - Per gli enti del terzo settore è sempre più importante affrontare in modo adeguato le sfide dell’accoglienza e del coinvolgimento attivo dei giovani. Coinvolgere e accogliere i giovani negli enti del terzo settore significa attivare processi di responsabilità, di civismo e di collaborazione; la loro partecipazione negli enti del terzo settore rappresenta un’occasione oggi probabilmente decisiva e di arricchimento per entrambi. Il corso si propone di fornire in modalità mista (in presenza e on line) spazi di riflessione e confronto sui processi di coinvolgimento e partecipazione dei giovani e sul cambiamento che il loro protagonismo potrebbe determinare dentro gli enti del terzo settore. Il project work consentirà di sviluppare progetti di accoglienza, orientamento e promozione dei giovani nel proprio ente anche grazie al confronto con alcune buone prassi e metodologie già sperimentate con efficacia.

 

Il corso ha una durata di 28 ore; alcune lezioni si svolgeranno on line ed altre in presenza presso la sede regionale di Cesvot a Firenze nel rispetto della normativa nazionale e delle prescrizioni regionali previste per la didattica in presenza per la prevenzione del Covid-19.
L’iscrizione è obbligatoria e gratuita e potrà essere effettuata solo on line da mercoledì 16 settembre compilando l’apposito modulo disponibile sul sito di Cesvot previa registrazione all’area riservata MyCesvot. Gli enti interessati potranno iscrivere un solo candidato. Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di frequenza. Per conseguire l’attestato è necessario aver frequentato il 70% delle ore previste.

 

Docenti: Carlo Andorlini, Università di Firenze, Alessia Macchi e Luca Seghedoni, esperti di animazione giovanile e sviluppo di comunità, Miki Marmo, cooperativa Vedogiovane, Valentia La Terza, associazione Refugees Welcome Italia onlus, Matteo Pasqual, consulente pedagogico. Beneficiari saranno 24 partecipanti candidati da ets iscritti ai registri regionali di volontariato, promozione sociale, cooperative sociali e iscritti all’anagrafe delle onlus, con volontari e sede in Toscana.

 

© Copyright Redattore Sociale