Le più lette Tutte insieme, le 10 notizie più lette della settimana su Redattore Sociale

Foto: Agenzia Dire Scuola, banchi accatastati

Presenza sì, inclusione scolastica no: la storia di un “braccio di ferro” tra dirigenza e genitori

E' quello che si sta verificando in molte scuole, con toni che a volte salgono: alla richiesta di organizzare piccoli gruppi eterogenei in classe con l'alunno disabile, la risposta è spesso negativa. In alcuni casi, i genitori segnalano la scuola all'Usr. E la scuola risponde chiedendo scusa. Ma "per finta". Il caso di un istituto romano, a un passo dalla denuncia
Rete Rifai aree interne e piccoli comuni

La rivincita delle aree interne. Ecco i “sogni concreti” dei giovani restanti

Prima di tutto più partecipazione, poi una formazione che tenga conto dei loro desideri, ma anche più opportunità, cultura e welfare. In un documento, i giovani della rete Rifai con il supporto dell’Officina Coesione, tracciano una roadmap per il futuro delle aree interne del paese
Terzo settore, anziano e badante, assistenza - SITO NUOVO

Oss che diventano infermieri? “Può essere una soluzione”

Bettoli (Legacoopsociali Friuli Venezia Giulia) sin inserisce nel dibattito e risponde agli Opi della Campania e a quanti si oppongono a una possibilità “L'Oss-C è il tradizionale infermiere generico: urgente averne disponibili presto, per coprire questa fase di alcuni anni in cui, altrimenti, le punture ce le dovremo fare da soli”
Volontariato, mensa per i poveri, povertà - SITO NUOVO

Povertà in Italia. L’anno nero della pandemia

Secondo le stime preliminari dell’Istat, quelli dello scorso anno sono i dati peggiori dal 2005 ad oggi. Sono 5,6 milioni le persone in povertà assoluta nel nostro paese e per la prima volta negli ultimi anni è il Nord a presentare i numeri più preoccupanti. Cresce anche l’incidenza della povertà tra i minori, la più alta dal 2005
sheep-riabilitare italia

Aree interne. L’indagine di Riabitare l’Italia: più della metà dei giovani vuole restare

I primi risultati della ricerca ribaltano una narrazione che vede i giovani andar via. Quelli che restano sono spesso laureati, lavorano e sono attenti alla qualità della vita. Andrea Membretti, Università di Pavia e coordinatore dell’indagine: “Vogliamo invertire lo sguardo e guardare l’Italia dai margini invece che da quello che si presume essere il centro”
Foto: Arrested Lawyers Initiative turchia-diritti-umani-osservatorio diritti

Turchia, oltre 1600 tra avvocati e magistrati arrestati con l’accusa di terrorismo

Secondo le informazioni raccolte da Arrested Lawyers Initiative, 450 legali sono già stati condannati dal 2016 a un totale di 2.786 anni di prigionia. Le accuse sono di terrorismo e propaganda contro il regime
LO SPECCHIO DI LORENZO

Lo specchio di Lorenzo, l’autismo in un corto d’animazione

In onda il prossimo 2 aprile su Rai Yoyo in occasione della Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo, il corto racconta il mondo visto con gli occhi di un bambino autistico. La regista, Angela Conigliaro: “Trovare un canale di comunicazione non è impossibile”
Foto: IC Guicciardini di Roma Studenti e insegnante - IC Guicciardini Roma

Studenti disabili a scuola, con i compagni: “Farlo si può. E si deve”. Parola di dirigente

Ogni giorno sono cinque o sei quelli che entrano a scuola, per partecipare da lì alla didattica a distanza o a laboratori, insieme ai compagni con bisogni speciali. Circa 15 le classi coinvolte. La dirigente dell'Ic Guicciardini: “Un duro lavoro di squadra, ma tirarsi indietro significa violare un diritto”
noi due siamo uno - spicuglia - add editore particolare

Il mondo di Andrea, che non doveva morire per un Tso

Esce nelle librerie “Noi due siamo uno”, viaggio dentro uno degli episodi più incomprensibili degli ultimi anni. Con il diario, ritrovato dopo la sua morte, di Andrea Soldi: testimonianza lucida e personale dall’universo della schizofrenia
Mario e Francesca Dopo di noi

Una casa per uscire di casa: il progetto per il “durante di noi” di tre mamme

Anna Rita ha perso sua figlia, operatrice del Wfot, in un incidente aereo; Antonella, con il figlio Federico, ha costituito l’associazione “Margherone fa cose”, in memoria di Margherita; Elena ha un figlio adulto con disabilità grave. Hanno unito le forze per garantire un “dopo di noi” a chi, come tante persone con disabilità, non potrà mai vivere da solo