Le Storie / Immigrazione

3 maggio 2021 ore: 13:23
Immigrazione
A.S. Roma Ebrima Darboe

Dal Gambia all’esordio con la Roma: la storia di Ebrima Darboe

Classe 2001, è arrivato in Italia da solo come minore non accompagnato nel 2017, dopo essere passato per l’inferno dei campi in Libia. Salvato in mare dalla Guardia costiera, a Rieti ha iniziato il percorso di integrazione che lo ha portato (tra molti ostacoli) in serie A. E' entrato per la prima volta in campo in Sampdoria-Roma
7 aprile 2021 ore: 12:06
Immigrazione
jean paul ruanda

Ventisette anni fa il genocidio in Ruanda: i ricordi di un bambino

L'8 aprile del 1994 Jean Paul, 10 anni, dovette scappare con la sua famiglia tutsi: “Lasciammo il cibo ancora caldo nei piatti”. Oggi vive in Italia ed è sposato con Marie Luise, hutu. Nel suo diario “Nonostante la paura” il racconto del genocidio ma anche di una stupenda storia d'amore
30 novembre 2020 ore: 15:33
Immigrazione
Eleonora Camilli senzadimora CRI san Pietro

L’odissea di Emad, che ha contratto il Covid in strada perché senza accoglienza

La denuncia di Pensare Migrante, che a Roma sta seguendo il caso di diversi richiedenti asilo, rimasti in strada per problemi burocratici. “Non crediamo che i loro diritti siano subordinati a questioni logistiche”
13 ottobre 2020 ore: 11:14
Immigrazione
Safà Neji

La storia di Safa Neji, dalla Tunisia all’Italia superando pregiudizi e discriminazioni

Oggi la donna è perfettamente integrata e lavora come mediatrice culturale a Palermo. “Sono italo-tunisina, mi sento figlia del Mediterraneo. Anche se ancora non ho la cittadinanza italiana che spero di avere al più presto”
1 ottobre 2020 ore: 15:31
Immigrazione
Luca Neves Luca Neves Cittadinanza

Cittadinanza, la battaglia di Luca Neves. “Io, italiano, per lo Stato non esisto: sono irregolare”

Nato a Roma, cresciuto a Trigoria, ha vissuto per anni senza documenti, finendo nel limbo della burocrazia. Ha rischiato l’espulsione verso Capo Verde, il paese dei suoi genitori. “Che senso ha rinnovare il permesso di soggiorno nel paese in cui sei nato? Serve una nuova legge per noi figli di immigrati”
17 settembre 2020 ore: 15:13
Immigrazione
Immigrati in Italia. Mani e passaporto - SITO NUOVO

Polemiche per la cittadinanza a Suarez. “Io sposata con un italiano rischio il foglio di via”

Il calciatore sta ultimando le pratiche per diventare cittadino e poter essere tesserato con la Juventus. Ma il caso fa discutere: per chi chiede la naturalizzazione il dl Salvini ha allungato i tempi da 2 a 4 anni. E c’è chi come Fatjona ha rischiato l’espulsione pur avendo un marito e due figlie italiane...
26 agosto 2020 ore: 11:00
Immigrazione
Joseph e Sascha migranti

Dalla Nigeria al Chianti, "un autostop mi ha cambiato la vita”

Joseph, originario di un paesino nigeriano di pescatori, ha conosciuto Sascha mentre chiedeva un passaggio dalla chiesa al centro di accoglienza per migranti. Così è nata la loro amicizia: la famiglia di Sascha lo ha ospitato e lo ha aiutato a trovare un lavoro. Oggi ha ottenuto l’asilo politico e fa il giardiniere nel roseto Fineschi
9 giugno 2020 ore: 11:15
Immigrazione
kwabena-caprile-bologna

Kwabena, il ragazzo che cura le capre. E che ora rischia di dover tornare in Ghana

Arrivato a Bologna dopo la fuga, le carceri libiche, la traversata via mare e lo sbarco a Lampedusa, Kwabena gestisce il caprile dell’Università di Bologna. Gode della protezione umanitaria, ma la Corte d’appello ha ribaltato la sentenza. Ora si aspetta la Cassazione
13 novembre 2019 ore: 14:29
Immigrazione
Ala di aereo in volo, rimpatri, viaggi - SITO NUOVO

Mohamed: malato psichiatrico e invalido, rischia l'espulsione

In cura al servizio di etnopsichiatria dell'Ospedale Niguarda, per effetto del decreto Salvini non ha potuto rinnovare il suo permesso di soggiorno per motivi umanitari. Ora il suo caso è finito in Tribunale. "In caso di rimpatrio si ritroverebbe privo di sostegno famigliare e cure adeguate", scrive l'avvocato nel ricorso
17 settembre 2019 ore: 10:00
Immigrazione
Caregiver. Mani che si prendono cura

L'ultimo viaggio di Nikolay, tornato in Bulgaria per morire

Paralizzato e malato terminale, aveva deciso di tornare in Bulgaria in autobus, per salutare la madre. Ma l'intervento dei volontari della Croce Rossa Italiana l'ha fatto desistere e per lui è stato organizzato un viaggio in ambulanza 
10 articoli di 103 totali
carica altro