:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Migranti, hanno protezione umanitaria ma devono lasciare i centri d’accoglienza

Il paradosso per oltre trenta profughi di Firenze. Dovrebbero essere inseriti negli Sprar, ma spesso mancano i posti. Il rischio è che i profughi con la protezione finiscano per strada

11 luglio 2017

FIRENZE – Oltre trenta profughi hanno ricevuto la protezione umanitaria ma devono lasciare i centri di accoglienza. Succede a Firenze, dove la Prefettura chiede ai migranti che hanno ottenuto il riconoscimento dell’asilo politico di lasciare i centri di accoglienza straordinaria. Teoricamente, dovrebbero essere inseriti negli Sprar, ma spesso mancano i posti oppure il sistema di inserimento è farraginoso. Il rischio è che i profughi con la protezione finiscano per strada. 

- Al momento i centri di accoglienza li stanno ospitando a loro spese dentro le strutture, ma questa accoglienza potrebbe non durare per sempre. Una situazione paradossale, che si sta verificando anche in altri comuni italiani, che rischia di lasciare senza accoglienza i profughi che ne avrebbero più bisogno visto il riconoscimento della protezione umanitaria. Oltretutto, alcuni di questi migranti vivono delicate condizioni di vulnerabilità fisica e psicologica.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa